giovedì 1 novembre 2018

L'OSCURANTISMO DEL CARCERE DI PADOVA

Laicitalia, in linea con i suoi obiettivi statutari, sta conducendo una battaglia per assicurare pari diritti a tutti detenuti sotto il profilo dell'assistenza spirituale.
In questo momento sta cercando di oltrepassare il muro di gomma che la direzione del carcere di Padova ha innalzato nei suoi confronti.
Nonostante conceda  - oltre alla chiesa cattolica - ai Testimoni di Geova e alla Chiesa Avventista, spazi per lo stesso fine, ha negato a Laicitalia lo stesso diritto per - a loro dire -  mancanza di locali.
Questa è l'ultima lettera che Laicitalia ha inviato al direttore del carcere.