martedì 11 febbraio 2020

11 Febbraio 2020

Oggi 11 febbraio 2020 in Vaticano festeggiano la vittoria dello Stato Pontificio sullo Stato Italiano.
Oggi la pretaglia ride di fronte allo spettacolo emetico di una masnada di politicanti che incapaci persino di cogliere il senso della sovranità, si sono inventati di difendere la sua forma degenerata, il sovranismo, una idea confusa di imbecillità che sintetizza i propri obiettivi nella obbligatorietà dei presepi nelle scuole.
Un’altra masnada di politicanti, invece, per distinguersi dagli antagonisti, usa in modo più sofisticato la “sussidiarietà” per cedere pezzi dello stato sociale alla pretaglia, sicché “stipula convenzioni” e eroga milioni di euro al privato cattolico sottraendolo al pubblico.
Le mura pontificie oggi raccolgono l’eco delle grasse risate esplose dopo che la Sindaca di Roma ha rinunciato a 5 miliardi di tasse da richiedere alla banda dei pedofili.
Vestiti di palandrane nere, salgono sui pulpiti e si gonfiano di consenso, pronunciando discorsi imbastiti sul nulla e conditi dal niente, perché questo è il loro business.
Grazie ai Patti Lateranensi.
(Fonte: www.democrazia-atea.it)