martedì 10 novembre 2020

Questo è il volantino con la vignetta del primo cittadino nei panni del parroco, diffuso a Brugherio e pubblicato sulla locale "Gazzetta della Martesana", firmato come Assoc.ne Laicitalia.

Si tratta di un triangolo fra Sindaco-Parroco e Costruttore. Il costruttore acquista un oratorio dismesso dal parroco e subito dopo lo passa al Comune in cambio dell'ultimo spazio libero a verde del centro-storico. Avuto il suolo, più un altro, poco distante, presenta un progetto per la costruzione di due palazzoni di otto piani.

La destra sconfitta dal PD/SEL cinque anni fa avrebbe voluto realizzarne uno identico, se non più invasiva sotto l'aspetto della cementificazione, ma il PD l'avversò strenuamente, salvo fare altrettanto, a fine consiliatura.

Tutti i partiti filo-cementanti hanno fatto a gara per non dichiarare inedificabili quelle aree, tanto essenziali e determinanti per la vitalità del centro-storico .

Per chi legge e non conosce la storia di Brugherio sarà interessante sapere che Brugherio conserva ed onora "frammenti dei mignoli dei Re Magi (ma si può arrivare a tanto?); un nobile fu il primo a cavallo dell'800 a sperimentare il lancio di una mongolfiera ( in cui pose due inservienti ben alcolizzati) ed infine a Brugherio il miliardario ridens di Arcore dette vita al suo noviziato di costruttore. Quell'inizio viene a completarsi al "centro" con un Sindaco piddino.

Buona laicità a tutti.

Giacomo Grippa

Aggiungi didascalia


domenica 1 novembre 2020

RIAFFIORA A LIZZANO LA TEPPAGLIA FASCISTA

 E' stata realizzata a Lizzano (Taranto) su una parete di una centralina dell'Enel, un murales, raffigurante degli atleti di colore, che premiati dal podio salutano "col pugno chiuso". L' artista è stato, da una squadraccia inneggiante al fascismo, più volte vigliaccamente insultato con beceri epiteti, strattonato, "mandando all'aria" i suoi attrezzi. Per di più sono tornati, spavaldamente, col favore della notte, ad imbrattare la sua opera. I componenti della volgare, violenta' "impresa" vanno individuati e perseguiti. La Sindaco comunque sui social ha con nobili messaggi rappacificatori ha invitato tutti al rispetto di ogni manifestazione di arte e di pensiero, invitando tutti a vivere le diatribe ed ogni divergenza in modo approfondito e costruttivo, senza discriminare e come occasione per un più avanzato senso civico, culturale, democratico. Si svolgerà con questi propositivi un presidio popolare, nelle ore pomeridiane, domenica 1 novembre. Non va comunque sottaciuto di come si trovino maggiormente sdoganate ed accreditate pratiche e formazioni fasciste, che alcuni politici liquidano artatamente come azioni di qualche imbecille che invece sono da dichiarare "fuorilegge", come già avvenuto in Grecia.

(Ass.ne Laicitalia Puglia).