domenica 1 novembre 2020

RIAFFIORA A LIZZANO LA TEPPAGLIA FASCISTA

 E' stata realizzata a Lizzano (Taranto) su una parete di una centralina dell'Enel, un murales, raffigurante degli atleti di colore, che premiati dal podio salutano "col pugno chiuso". L' artista è stato, da una squadraccia inneggiante al fascismo, più volte vigliaccamente insultato con beceri epiteti, strattonato, "mandando all'aria" i suoi attrezzi. Per di più sono tornati, spavaldamente, col favore della notte, ad imbrattare la sua opera. I componenti della volgare, violenta' "impresa" vanno individuati e perseguiti. La Sindaco comunque sui social ha con nobili messaggi rappacificatori ha invitato tutti al rispetto di ogni manifestazione di arte e di pensiero, invitando tutti a vivere le diatribe ed ogni divergenza in modo approfondito e costruttivo, senza discriminare e come occasione per un più avanzato senso civico, culturale, democratico. Si svolgerà con questi propositivi un presidio popolare, nelle ore pomeridiane, domenica 1 novembre. Non va comunque sottaciuto di come si trovino maggiormente sdoganate ed accreditate pratiche e formazioni fasciste, che alcuni politici liquidano artatamente come azioni di qualche imbecille che invece sono da dichiarare "fuorilegge", come già avvenuto in Grecia.

(Ass.ne Laicitalia Puglia).